Seleziona una pagina

JUST MINE

RIVOLUZIONE DI COSTUME

Una campagna di comunicazione sociale per dire che, per noi, non esiste un modo unico di essere belli, di essere donne, di raccontarsi.

PROGETTO

Just Mine è un progetto che parte dalla moda per creare una campagna di comunicazione sociale in collaborazione con l’azienda di abbigliamento Justmine. Il titolo di questo progetto è una dichiarazione. Solo Mio. Uno sguardo unico, personale e soggettivo sulla moda e sulle sue sfaccettature. C’è una moda che è quella ufficiale, quella veicolata dai media. C’è poi la moda di chi compra gli abiti indossati dalle modelle nelle pubblicità. E c’è infine la moda di chi la sogna. Qui ci siamo inseriti noi. Per stimolare una riflessione. Per iniziare la nostra rivoluzione di costume! Un progetto che nasce dalla voglia di far riflettere, seppur partendo da temi semplici, sulla bellezza della diversità creando una campagna di comunicazione basata sull’ironia, dove il modello unico viene messo in discussione a favore di modelli diversi. Perché, per noi, non esiste un modo unico di essere belli, di essere donne, di raccontarsi. E perché l’estetica possa convivere con il gusto, le esigenze di chi ha età, fisici e culture differenti. Gusti Diversi, seconda etichetta che ha questo progetto, definisce poi la volontà di valorizzare la diversità intesa come gusto in senso lato.

LABORATORIO

Il progetto ha coinvolto nella prima fase le ragazze del gruppo. Ognuna di loro, insieme al team creativo Justmine ha scelto di reinterpretare, in base ai propri gusti personali, un pezzo della collezione, esposta nel loro showroom. Possibili tutte le modifiche di proporzioni, linee, vestibilità, con l’unico vincolo, che restasse riconoscibile il modello di partenza, per i suoi codici distintivi, nel rispetto della ricerca fatta pre-collezione e dello stile del marchio. Due appuntamenti in azienda. Un figurino a testa, colori, matite, tessuti, campioni, texture, fantasia, creatività. Un pomeriggio al computer per visualizzare le modifiche fatte sulla carta direttamente a video, cambiando colori, abbinamenti, aggiungendo dettagli. Infine modelliste e sarte hanno prodotto il pezzo “unico”, su misura. Provato e adattato al fisico di ognuna di loro: stiliste ma anche modelle.

CAMPAGNA

Poi il set fotografico. Due giorni emozionanti di scatti nello studio fotografico di Riccardo Bernardi, fotografo italiano che vive e lavora a Berlino, con 3 make up artist a nostra disposizione. Il Claim: Just Mine: Solo Mio. Il punto di partenza è stato il nome dell’azienda: Justmine. Questa volta scandito, ribadito, marcato. Just – Mine. Solo – Mio. Il Pay Off: Rivoluzione di Costume, è invece un invito, una riflessione. La parola costume, usata in senso assoluto per definire il costume da bagno, viene utilizzata nel suo primo significato di usanza, tradizione, abitudine. Una “Rivoluzione di Costume” per sfatare il mito del modello unico, per ripensare a ciò che si intende con moda. Le immagini della campagna di comunicazione ritraggono, nello stesso scatto, tre donne: una modella, a rappresentare il canone di bellezza riconosciuto dai media; una “non modella” ad incarnare chiunque la moda la compri; una ragazza di “Quelli del Sabato”, autrice del proprio costume, a rappresentare chi la moda la sogna. Un modello di costume condiviso in partenza e 3 sue declinazioni, a dimostrazione che ogni fisico, ogni personalità, ogni gusto possono essere espressi in maniera originale. “Just Mine”. Unica e diversa. Solo mia appunto. Insieme alle nostre ragazze, nove “non modelle” selezionate per affiancarle. Donne comuni, ma tutte al tempo stesso uniche. E 4 modelle di professione messe a disposizione da tre agenzie milanesi: NoLogo Management, Wave Management e Major Model Management. Veri volti della moda, catapultati dal caos della fashion week milanese a quello del nostro set.
Il decimo scatto è stato realizzato dopo l’estate per dare modo a chi volesse di candidarsi e posare insieme alla decima protagonista per la nostra rivoluzione di costume: ne è nato uno scatto di gruppo.

EVENTI

Il primo evento di presentazione è avvenuto in una fabbrica dello storico distretto oleggese del costume da bagno: una sfilata per far vivere e condividere dal vivo l’emozione delle nostre ragazze, che in questo progetto hanno visto realizzarsi uno dei loro desideri, una mostra degli scatti della campagna e un catalogo. Per veicolare la campagna abbiamo chiesto alle persone, tramite i nostri canali social, di inviarci delle foto in costume postate con l’hashtag #rivoluzionedicostume e di taggarci su Instagram e Facebook per candidarsi ad essere protagoniste/i del decimo scatto della campagna. Alla fine dell’estate sono stai scelti nove testimonial per posare in uno scatto di gruppo insieme alla decima modella cui è seguito un secondo evento di presentazione.

PARTNER

Justmine