ispla-qds-copertina-sezione

ISPLA 2018 QdS

Questa è un’agenda che vuole essere dichiaratamente diversa.

Ma non solo nella sua veste estetica.

È diversa dalle altre agende per la logica con cui è organizzata.

È diversa da un’agenda.

È diversa persino da sé stessa.

È 12 agende.

Un mese non è mai uguale all’altro.

Nel modo in cui è concepito e organizzato il tempo, nel modo in cui, chi la compra, proverà a viverlo. Richiede lo sforzo di entrare, di mese in mese, nella testa, nei ritmi, nella vita di altre persone.

La diversità, argomento che ci è caro, diventa nuovamente un pretesto per parlare di noi, del nostro gruppo, “Quelli del Sabato”, per farvi entrare nella nostra quotidianità, per farvi testare quanto meno strana sia di quanto si creda.

Per dimostrare quante abitudini, difetti, pensieri abbiamo in comune con gli altri che crediamo diversi da noi.

Questa agenda nasce da un’amicizia. E diventa una collaborazione. Tra un gruppo di persone e una persona che parla ai gruppi.

“Quelli del Sabato” e la Spora.

Racconta delle ragazze del gruppo, 11 in totale, e di uno dei ragazzi, scelto come simbolo del modo di pensare maschile. Perché, per un mese, ci si diverta a mischiare le proprie priorità con quelle di un maschio alfa.

Racconta della voglia di rendere normale il diverso e di fare emergere quanto la normalità contenga in sé più diversità di quello che pensiamo.

Racconta con la vita e le caratteristiche di ognuno dei 12 protagonisti quali siano le loro personalità.

Prende forma in un laboratorio di condivisione di idee, storie, passioni.

E, con le intuizioni della Insplagenda, una creazione della Spora e del suo team, lo fa rendendo i contenuti fluidi.

In molte pagine infatti, riquadri orizzontali o verticali consentono di aggiungere, spostare, modificare appuntamenti, utilizzando gli spost-it ovvero mini post-it ribattezzati con questo nome nelle Insplagende.

Un espediente utile per attività e progetti in continua evoluzione, o in fase di definizione e interscambiabili tra giorni, settimane e mesi per non dover riscrivere tutto.

Perché niente sia mai improrogabile, definitivo, immodificabile, anche se scritto a penna o a pennarello.

Ma anche per per celare qualcosa, o tenerla riservata e renderla privata.

Ad impreziosire la nostra agenda, la creatività di Enrica Mannari, che ha condiviso lo spirito dell’agenda e la ha arricchita con le sue illustrazioni.

E’ un’agenda half-weekly.

Le settimane vengono spalmate su 4 pagine, riservando ogni volta uno spazio, ad una riflessione o un’attività diversa, legata al protagonista del mese.

Un’attività da fare, un pensiero che fa riflettere, un mandala da colorare, una ricetta da annotare.

Una Inspla che è QdS, qualcosa di speciale.

Uno stimolo per ritrovare quella diversità che, se apprezzata e valorizzata, sarà ciò che ci rende unici.